Presentato il programma per Alternanza Scuola Lavoro al Liceo classico G. Carducci di Nola

Nel corso dell’incontro con gli studenti e con l’aiuto della proiezione di una serie di slide riassuntive, si è parlato della preparazione del lavoro finale da proporre a Napoli Città Libro. Tale manifestazione libraria vuole prendere il posto delle passate e non più recentemente ripetute edizioni di Galassia Gutemberg. La prof. Clementina Gily Reda ha spiegato come Galassia Gutemberg sia il titolo di un volume di Marshall McLuhan, che inizia (anni ’60) la sociologia delle comunicazioni di massa. Gli attuali mezzi di comunicazione che fino a inizio ‘900 designavano navi, treni, aerei, oggi sono scritture verbali complesse trasmesse da radio, tv, rete. La velocità dei mezzi di comunicazione è oggi la velocità che i Futuristi degli anni ’10 individuavano in quelli terrestri lanciati nelle loro folli corse, che si traslava poi nelle parole dei manifesti e nei quadri che con la loro nuova grafica intendevano riprodurre la sensazione di rapido movimento.

I testi complessi sono preparati da team di persone che hanno ognuna una sola competenza preminente. Formare un team produttivo e vincente è un processo che richiede coaching, accompagnamento, controllo di qualità. Fare una prova a scuola di questo processo è entrare in questa parte di tutto il mondo del lavoro – e l’informazione è uno dei settori non in crisi.

Perciò in ogni gruppo c’è un Giornalista, un Responsabile, un Esperto di computer e audiovideo, e i Ricercatori. Il giornalista è il comunicatore. I ricercatori ottimizzano il progetto e assegnano le responsabilità di studio. Il responsabile approva dopo aver consultato i Tutor (tra cui è il Docente, l’esperto di programmazione disciplinare) sia all’inizio che nella valutazione in itinere. I nostri tutor intervengono ad ogni problema di percorso, sempre informati sul decorso.

In conclusione, per arrivare alla produzione di un documentario audiovisivo o un prodotto multimediale servono un programma chiaro e condiviso. Piccoli gruppi autonomi interrelati. Segnalare ogni dubbio e contestazione. Progetti piccoli che si possono portare a termine. Il lavoro di ognuno essenziale al prodotto finale. Ogni documentario richiede comunque scelte di qualità; un promo di 20′ ed un backstage lungo o lunghissimo. Nel primo il contenuto è dato da un  soggetto scelto nel territorio, nel secondo il team di lavoro nel suo percorso di produzione.

Questo slideshow richiede JavaScript.