Materiali per la serie: Championnet al Largo delle Pigne

Filangieri ed Eleonora (da scaricare .PPTX) o mobile (con video incorporati)

Per tutti i gruppi

Il romanzo di Eleonora

Siamo liberi infine

La Repubblica Napoletana

Dal MONITORE NAPOLITANO

Letture in files

M. A. MACCIOCCHI Cara Eleonora 93-103 (SULLE DUE REGINE)

M. A. MACCIOCCHI Cara Eleonora 216-249 (DAL 1789 AL 1799)

LORD HAMILTON, Dispacci da Napoli (SUI RE DI NAPOLI A PALERMO)

M. FORGIONE, I dieci anni che sconvolsero Napoli (IL VESCOVO MICHELE NATALE)

D. SCAFOGLIO, Lazzari e Giacobini (LA PROPAGANDA TRA LA PLEBE)

L’emblema della rivoluzione – disegno a mano libera da mettere in cima al testo, se si vuole.


Il soggetto per ogni gruppo

serie Championnet al Largo delle Pigne I (Girls)

serie Championnet al Largo delle Pigne II (Le voiaggine)

serie Championnet al Largo delle Pigne III (Galiani)

serie Championnet al Largo delle Pigne IV (Les filles)

Video dal film Il resto di niente

SINOSSI Eleonora Pimentel Fonseca è una nobildonna portoghese, voce della rivoluzione partenopea del 1799: insieme ad altri giovani aristocratici napoletani si batte per gli ideali di uguaglianza, libertà e fraternità . Ma la lama della restaurazione è pronta a cadere sul suo capo come su quello della rivoluzione….

Il resto di niente – Trailer

Viva la rivoluzione!

Lo sdegno della Regina Maria Carolina d’Asburgo-Lorena


LUOGHI DELLE VISITE

Castel sant’Elmo (sant’Eramo) dove inizia e finisce la storia della repubblica napoletana – al San Carlo nel 2000 Vanessa Redgrave fu Eleonora

Palazzo Reale – Palazzo Serra di Cassano: Le Glorie e le Feste

Castel Capuano – Il Carcere della Vicaria

Sant’aniello a Caponapoli – L’antico Centro di Napoli e Piazza Cavour

Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta e la Cappella Pontano

Castel dell’Ovo – L’isola di Lucullo e il carcere del coccodrillo

Il Maschio Angioino – La reggia dei re Angioini ed Aragonesi

Piazza Mercato – Sant’eligio: Popolo ed esecuzioni


L’assalto dei rivoluzionari al Castello

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le foto dell’articolo sono di Ferdinando Muscariello